Bodybuilder spacciava farmaci ai culturisti del nord Italia, il caso finisce in prescrizione

Bodybuilder spacciava farmaci ai culturisti del nord Italia, il caso finisce in prescrizione

Nel considerare la distribuzione sociale delle conoscenze farmacologiche ciò che e? chiaramente importante e? quindi la misura in cui l’individuo e? affiliato alla subcultura del bodybuilding e quanto abbracci realmente lo stile di vita relativo. Ciò include la decisione di allenarsi in palestre hard-core [1], la socializzazione con gli altri bodybuilders e lo studio personale della letteratura specialistica. Come regola generale può essere quindi formalmente dichiarato che la conoscenza dell’uso di steroidi sia proporzionalmente correlata al grado di integrazione steroidi anabolizzanti legali dell’individuo nella subcultura del bodybuilding. Dal punto di vista medico gli anabolizzanti (steroidi anabolizzanti) sono utilizzati per curare gli uomini che non producono abbastanza testosterone (ipogonadismo), in determinati tipi di anemia e in alcune forme di deperimento cronico dei muscoli. Possono essere usati anche per curare alcuni tipi di cancro al seno.Data la loro potenziale pericolosità e la presenza di numerose controindicazioni, il loro utilizzo deve avvenire unicamente a seguito di prescrizione del medico e sotto il suo controllo.

  • Infatti molti prodotti presi per via intramuscolare non sono molto androgeni e hanno una bassa conversione in estrogeni, ed hanno molte proprietà anaboliche, tutto questo fa al caso dell’utilizzatore di steroidi.
  • L’eccesso ormonale di testosterone manifesta un notevolissimo aumento della libido, forte autostima ma anche una maggiore aggressività verso gli altri, oltre che al miglioramento già discusso della massa muscolare.
  • Il corpo umano ha limiti fisiologici che naturalmente è impossibile superare.
  • Gli atleti possono assumere steroidi per un certo periodo, sospenderli e avviarli di nuovo più volte l’anno.
  • Moltissimi atleti ne fanno uso e dietro ad un fisico perfetto spesso vi è una massiccia assunzione di farmaci illegali.

Io posso darvi il meglio dal punto di vista tecnico, davvero quello che vi serve per allenarvi con efficacia senza farmaci, ma il resto dipende da voi. Volete forse diventare dei tossicodipendenti a vita, rischiando peraltro la galera e la salute? E come tutti gli ex mister olimpia e professionisti di bodybuilding hanno dimostrato, una volta che l’assunzione dopante si interrompe, tornerete piccoli e miseri come prima, anzi spesso peggio di prima dato il sistema ormonale compromesso.

Dosaggio di steroidi

Sebbene nella popolazione generale si associa con un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, non è chiaro se e in quale misura ciò contribuisce alla morbilità cardiovascolare nei soggetti che abusano di anabolizzanti steroidei. Dal momento che massa e forza iniziavano a ridursi con l’interruzione, il 20% di loro, ad un certo punto, ne ha fatto un uso continuativo per più di 12 mesi. Alcuni soggetti hanno usato la strategia “blast and cruise” in cui cicli con dosaggi multipli ed elevati venivano alternati a una dose di mantenimento più bassa. C’è un certo credo generalizzato che per raggiungere i massimi livelli siano necessari certi volumi ed intenistà di allenamento. Ed in quasi tutti i casi quel livello di allenamento non può essere sostenuto e sopravvissuto senza farmaci. E’ fantastico argomentare che di due ragazzi che si allenano in maniera identica ma di cui uno utilizza farmaci, questo ottenga solo “un piccolo aiuto” da essi, ignorando semplicisticamente che non è vero che si allenano allo stesso modo; il dopato può sopportare di più.

Effetti collaterali

Gli steroidi androgeni/anabolizzanti (AAS) sono il testosterone e i derivati sintetici e sono usati principalmente a scopo medico per la terapia ormonale sostitutiva nell’ipogonadismo maschile. Attualmente in Italia come AAS ad uso umano è rimasto solo il Testosterone, mentre all’estero come negli USA o in altri paesi sono rimasti disponibili altri farmaci usati come anabolizzanti a ridotto potere androgeno come Nandrolone, Oxandrolone e Ossimetolone. Gli steroidi sono comunemente e legalmente considerati farmaci dopanti e inseriti nella lista antidoping della WADA (lista di sostanze dopanti e metodi proibiti). Gli steroidi anabolizzanti conferiscono un chiaro vantaggio in termini prestazionali e di recupero sia dall’allenamento che dagli infortuni, mettendo però a rischio la salute dell’atleta e rendendo la competizione scorretta nei confronti di chi non fa uso di sostanze. Con l’aumentare della popolarità del bodybuilding, inteso come pratica volta a raggiungere un fisico ideale attraverso il sollevamento dei pesi unito a un regime alimentare speciale, sono aumentati anche gli individui che riportano insoddisfazione verso il proprio corpo (Mosley, 2009).

In questo caso quel particolare approccio psicologico tipico dell’abuso di medicine in genere ( se uno fa bene due sarà meglio) è assolutamente da evitare, pena i disastri di cui ho detto prima. Sono anabolizzanti (steroidi anabolizzanti androgeni) il mesterolone, l’ossandrolone, l’ossimetolone, lo stanozololo. Agiscono aumentando la forza e la massa dei muscoli scheletrici (azione proteico-sintetica) e determinando lo sviluppo di caratteristiche sessuali maschili (effetti androgeni) quali, ad esempio, incremento della quantità di peli (irsutismo), sviluppo dei genitali maschili e profondità della voce. Ma se davvero volete sapere qual’è l’anabolizzante più potente, io devo dirvi che è la vostra mente, anche se può sembrare una affermazione scontata e banale, spesso usata in tanti contesti, e che non convince tutti vero? Ammesso che voi siate cosi stolti e scellerati da usare dei farmaci dopanti, ed ammesso che ottenete dei risultati ecclatanti in termini di massa muscolare e forza, quanto pensate di poterli mantenere?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *